FERRO BATTUTO

La lavorazione del ferro è una pratica relativamente recente in Madagascar, introdotta nell’isola in epoca coloniale, quando gli stranieri cominciarono a richiedere sistemi di chiusura, per la sicurezza delle loro abitazioni, che non erano mai stati prodotti nel paese fino a quel momento. Oltre ad essere utilizzato per questo tipo di prodotti, il ferro viene utilizzato da alcuni artigiani per la realizzazione di oggetti ornamentali, tipicamente rifiniti tramite brunitura. Parte del materiale impiegato per queste creazioni è materiale di recupero. Gli artigiani che collaborano con noi si trovano nella zona est della capitale.

GLI ARTIGIANI DEL FERRO BATTUTO (MADAGASCAR)

Violette e Dieudonne hanno fondato il loro atelier a Alasora, un villaggio nella periferia est della capitale, con l’obiettivo di dare lavoro a persone senza fissa dimora, donne sole con figli, persone con disabilità. Progettano e realizzano oggetti unici utilizzando ferro di recupero. Il ferro battuto non è una lavorazione tradizionale in Madagascar, ma Violette e Dieudonne hanno visto in questo materiale un grande potenziale e per primi hanno imparato le tecniche di lavorazione, per poi trasmetterle ad altri. Da quel momento, utilizzando tecniche molto semplici, hanno cominciato a produrre e ad insegnare mettendosi a disposizione e riuscendo a coinvolgere, negli anni, anche designers. Grazie alla qualità e all’originalità dei loro prodotti, sono riusciti a costruire un vero e proprio villaggio, con tanto di scuole, presidio sanitario, orti e risaie per sostenere circa 470 lavoratori e le loro famiglie.

GLI ARTIGIANI DEL FERRO BATTUTO (MADAGASCAR)

Violette e Dieudonne hanno fondato il loro atelier a Alasora, un villaggio nella periferia est della capitale, con l’obiettivo di dare lavoro a persone senza fissa dimora, donne sole con figli, persone con disabilità. Progettano e realizzano oggetti unici utilizzando ferro di recupero. Il ferro battuto non è una lavorazione tradizionale in Madagascar, ma Violette e Dieudonne hanno visto in questo materiale un grande potenziale e per primi hanno imparato le tecniche di lavorazione, per poi trasmetterle ad altri. Da quel momento, utilizzando tecniche molto semplici, hanno cominciato a produrre e ad insegnare mettendosi a disposizione e riuscendo a coinvolgere, negli anni, anche designers. Grazie alla qualità e all’originalità dei loro prodotti, sono riusciti a costruire un vero e proprio villaggio, con tanto di scuole, presidio sanitario, orti e risaie per sostenere circa 470 lavoratori e le loro famiglie.

I PRODOTTI IN FERRO BATTUTO